Pellegrinaggi medievali

Scoprire i percorsi di importanti pellegrinaggi medievali seguendo l’Appia Antica e le tracce che la religione ha lasciato: chiese e complessi monastici, esempi caratteristici di arte e architettura rupestre in Basilicata e Puglia.

I siti archeologici risalenti all’epoca romana, le chiese normanne e bizantine, le chiese rupestri di Matera, le cripte medievali: sono solo alcuni dei luoghi che il viaggiatore scopre, restandone affascinato, durante questo viaggio di gruppo in Basilicata e Puglia.

Un’altra occasione per conoscere questo angolo d’Italia che si lascia svelare con la pacatezza tipica del Meridione.

Giorno 1 - Cripta di Santa Margherita a Melfi e l'abbazia della SS. Trinità a Venosa
Arrivo (in autonomia) a Melfi e inizio visita. Scavata nella roccia tufacea ai piedi del Monte Vulture, la Cripta di Santa Margherita è un vero scrigno di storia e di arte medievale. Al suo interno, tra i numerosi affreschi che la ricoprono interamente, è il ritratto dell'Imperatore Federico II. Percorrendo la Via Appia si giunge nella cittadina del poeta latino Orazio Flacco dove sorge una delle più grandi e affascinanti abbazie benedettine del Regno normanno, la SS. Trinità denominata anche “Incompiuta”. Trasferimento a Matera, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Ingresso Santa Margherita € 8 a persona

Giorno 2 - Matera: Cripta del peccato originale – Sassi – Santuari rupestri nel Parco della Murgia: Madonna delle Tre Porte e la Palomba
A pochi Km da Matera, passeggiata suggestiva nel Parco delle chiese rupestri per ammirare due importanti santuari rupestri. Lungo l'Appia Antica, nascosta sui pendii rocciosi di una profonda gravina, è la Cripta del Peccato Originale, definita anche “la cappella sistina del rupestre”. Pomeriggio nei Sassi di Matera che nella loro assoluta unicità, preservano secoli di storia: percorrendone i vicoli di pietra si visiteranno case-grotta, chiese rupestri, cisterne e altro ancora. Cena e pernottamento.

Ingresso Cripta del Peccato Originale € 8 a persona

Giorno 3 - Villaggio rupestre di Casalrotto e chiesa di Sant'Angelo a Mottola – Duomo di Taranto – Santuario di Santa Maria del Casale a Brindisi
Prima di giungere a Taranto, importante luogo di sosta per i pellegrini era il complesso monastico in rupe di Mottola, dedicato a San Michele Arcangelo. Gli affreschi medievali qui conservati sono tra i più pregiati dei siti rupestri pugliesi. Una sosta a Taranto permetterà di visitare la più antica Cattedrale di Puglia dove la veste romanica si combina con l'eleganza e il fasto barocco. Giunti così a Brindisi, a chiudere il tour sarà la splendida chiesa di Santa Maria del Casale dove sia l'architettura sia il fitto apparato decorativo testimoniano il contatto tra Oriente e Occidente. Fine dei servizi.

Giorno extra: Lecce e Abbazia di Cerrate a Squinzano
Dopo aver visitato i tesori del Barocco leccese, ci si trasferisce a Squinzano dove, immersa nel silenzio, si erge indisturbata la magnifica chiesa abbaziale di Cerrate. La sua architettura romanica, arricchita da bassorilievi e da magnifiche sculture, appagheranno gli occhi e lo spirito.

Prenota adesso





Durata

3 giorni e 2 notti

Livello

Facile

Periodo

Da Marzo a Novembre

Servizi

2 notti in camera doppia con colazione;
2 cene;
Guida esperta per tutta la durata del tour.